La domanda più frequente che mi viene posta è: quale videocamera comprare? La risposta non è scontata e dipende da molti fattori.

Bisogna infatti porsi alcune domande fondamentali per poter capire che strumento fa al caso nostro. La prima è: per cosa userai la videocamera?

A seconda di che video hai in mente di fare cambiano infatti le condizioni e i fattori che determinano la scelta dell’ oggetto del desiderio.

Farai riprese in studio o da casa o in esterna?

Cominciamo a rispondere a un po’ di dubbi. Se le tue riprese saranno principalmente fatte tra le mura di uno studio o da casa la migliore scelta a mio parere è la reflex digitale. Infatti in un solo oggetto avrai un’ ottima videocamera e un’ ottima macchina fotografica. Si presume infatti che le riprese in studio/casa siano “studiate” a tavolino e non “improvvisate” come su un set dal vivo in esterna (ad es. un matrimonio). Per questo potrai fornirti di un cavalletto su cui poggiare la macchina e potrai inoltre scegliere l’ottica più adatta alle tue esigenze. Le reflex digitali infatti hanno gli obiettivi intercambiabili, cosa che le videocamere di fascia bassa o  medio/alta non hanno. Il cavalletto ti è indispensabile perché le reflex digitali non hanno lo zoom automatico, per questo sono da prediligere in studio/casa dove dovrai eseguire uno zoom manuale e, se sbagli, potrai rifare la scena. Questo è più complicato in esterna senza l’apparecchiatura necessaria (follow-focus), infatti fare uno zoom manuale richiede pratica, velocità e manualità, tutte caratteristiche da acquisire con l’esperienza. Il cavalletto ti consente di avere una mano libera per poter effettuare lo zoom. È anche vero che in riprese da casa lo zoom di solito non si usa, o si usa poco, sicuramente meno che per riprese in esterna o in movimento.

Le reflex digitali anche di fascia bassa hanno ormai tutte una risoluzione Full HD, che sta per 1920 x 1080 px a 25fps o addirittura 50fps. Questo vuol dire lavorare con la massima risoluzione attualmente possibile (per chi non si occupa di cinema), per questo, partire con una qualità d’immagine ottima (niente rumore video di fondo, niente immagini pixellose, ottima resa dei colori). Le reflex attuali, parlo di Canon e Nikon, hanno ottimi sensori che permettono di avere immagini nitide e cromaticamente eccellenti.

Infine il prezzo abbatte la concorrenza, infatti con 300/400 € potrai avere una reflex di fascia medio/bassa ma con resa semi professionale, con obiettivo in dotazione e  video in Full HD, cosa che con l’acquisto di una videocamera della stessa fascia di prezzo non avresti. Per alcune handycam magari spenderesti meno (intorno alle 100/250 €), ma godresti sicuramente anche meno. Infatti i sensori di questo tipo di videocamere sono inferiori come qualità.

ATTENZIONE: molte marche e videocamere millantano una risoluzione Full HD. Ciò è vero solo e soltanto se l’immagine video ha una dimensione e una risoluzione effettiva di almeno 1920 x 1080 px a 25fps o 50fps. Occhio quindi a controllare sulle confezioni i dettagli tecnici. Potresti accorgerti infatti che sulla scatola c’è scritto Full HD ma che invece la risoluzione massima è 1280 x 720 (nel migliore dei casi). Se la risoluzione finale è inferiore a 1920 x 1080 px non è Full HD.

Ultimo appunto sulle GoPro.

Le GoPro sono videocamere portatili pensate per riprese sportive e sport estremi. Sono ottime per questo tipo di video, ma in casa non le consiglio. Primo perché hanno un fish eye come obiettivo, che “bomba” tutta l’inquadratura e costringe a fare riprese molto “grandangolari”. Secondo perché se non la userai per sciare o per lanciarti col paracadute non ne sfrutterai appieno le potenzialità, buttando via soldi che invece potreste destinare alla reflex. La GoPro infatti da il meglio di se in queste situazioni, grazie soprattutto al fantastico stabilizzatore integrato che consente di eliminare tutti i tremolii propri di una ripresa senza cavalletto.

Ho indicato due reflex digitali di fascia bassa / media sia Canon che Nikon, giusto per par condicio. Noterai che i prezzi sono molto vicini. Posso aggiungere, visto che sono una canon-ista, che sicuramente la Canon 100D è leggermente migliore della Canon 1200D, per alcune caratteristiche tecniche; intanto ha la pulizia del sensore automatica, che l’altra non ha. Poi ha la versione 5 del processore di immagine (DIGIC 5 invece di DIGIC 4 della 1200..), ha un monitor leggermente più grande (7.7 invece di 7.3) ed è inoltre touch screen mentre quello della Canon 1200D non lo è. La Canon 100D arriva fino a 12.800 ISO mentre la Canon 1200D solo fino a 6.400. Infine ha una Velocità di elaborazione fotogrammi per quanto riguarda il Live View pari a 60 fps contro i 30 fps della Canon 1200D. Detto questo sono entrambi due ottimi oggetti. ovvio che le piccole differenze ci sono.